Appuntamento al buio

Appuntamento al buio

buio

Non con un possibile fidanzato, ma con un libro. Di cui si conosce il contenuto ma non il nome né la faccia. Perché si presenta nudo e crudo senza mostrare né il titolo né la copertina. Accade in Australia, in una libreria di Sydney, nel quartiere shabby-chic di Newtown. Dove l’illuminata e fantasiosa proprietaria, irriducibile e appassionata della lettura, ha avuto un’idea originale, provocatoria e insieme utile alla valorizzazione delle opere letterarie. Che spesso non vengono trattate con la dovuta considerazione e consapevolezza che invece si dovrebbe avere quando si ha a che fare con la creatività.

La libraia australiana ha pensato di vendere i volumi già incartati in modo da non far vedere appunto la copertina che potrebbe portare a scelte basate solo sul primo impatto, su immagini o altro distraendo invece dalla cosa più importante. E cioè il contenuto. Come dire: in questo caso, nella cultura l’abito non dovrebbe fare il monaco né influenzare le decisioni dei lettori che, molte volte, sono indecisi e finiscono col comprare qualcosa solo perché attira la loro attenzione ma che poi non corrisponde affatto ai loro gusti, e alle loro aspettative.

Con questa trovata, che è stata ribattezzata in breve tempo “appuntamento al buio con il libro” e sta avendo parecchio successo, i testi arrivano ai clienti dentro pacchetti anonimi. Sulla confezione cui non viene indicato neppure il titolo, ma solo delle parole chiave che ne suggeriscono l’argomento, il tema trattato. Se poi dovesse capitare di averlo già letto, è possibile restituire il volume incartato entro sette giorni dall’acquisto e cambiarlo scommettendo su un altro.

L’iniziativa, che ha avuto seguito nei paesi anglosassoni e a poco a poco anche in Italia, piace molto a chi vuole fare un regalo a sorpresa. E a chi in questo modo esplora nuove strade di lettura affidandosi solo al suo sesto, settimo e ottavo senso. Capitolo dopo capitolo.

Fonti: Il Messaggero

Related Post

Related posts

Leave a Comment

1 × uno =

*