Appunti per vita da neo single – Introduzione

Appunti per vita da neo single – Introduzione

Succede a volte nella vita che si ritorni, più o meno bruscamente, a essere single. Non stiamo a indagare sulle motivazioni, i perché e le varie ripercussioni. Può succedere per molti motivi e… fidatevi, succede!
E diciamoci la verità, nella stragrande maggioranza dei casi, noi maschietti non siamo proprio abituati a gestire una casa. Non per nostra incapacità o perché menomati in qualche nostra parte fisica, ma per il fatto che passiamo dalle “amorevoli” cure della mamma… alle (forse meno) amorevoli cure di una moglie. Inoltre, quando la moglie è la tipica moglie all’italiana, non ci sono molte alternative, nonostante il fatto che brontoli come una pentola di fagioli, non ci lascia toccare niente… tanto non siamo capaci. E anche se ci lascia provare, lo fa tenendoci sotto osservazione come cavie da laboratorio, analizzando con distaccato disprezzo il nostro modo di muoverci. Il finale è scontato: borbottio seccato seguito da un: “Guarda come si fa!”. E la casalinga perfetta, che ci siamo sposati in un momento di distrazione, ripassa a modo suo tutto ciò che avevamo già fatto. Ma noi tapini, inetti e imbranati, se anche ripetessimo ogni mossa con precisione millimetrica… non sarebbe fatto a regola d’arte, “a regola sua”.
Dalla semplice gestione amministrativa/burocratica, alle faccende pratiche, dalla scelta del colore dei muri, alla qualità dei tessili, dal cuocere un uovo, al passare il mocio sui pavimenti, tutto questo ci viene normalmente precluso e anche se tentiamo di aiutare, veniamo redarguiti, dal momento che non saremmo mai in grado di togliere la polvere così come lo fanno loro. Dovremmo avere l’intelligenza di insistere e di cominciare per tempo a imparare a gestire una casa, facendo un passo alla volta, ma spesso siamo troppo pigri e forse è decisamente più comodo adagiarsi nell’inedia per farlo o anche solo per pensarci.
Poi, accade, da un giorno all’altro, che veniamo improvvisamente catapultati in una nuova vita, in una nuova casa e in problemi che possono sembrare così complessi da farci sentire totalmente imbranati, come se fossimo stati chiamati ad avviare una centrale nucleare. Ci sono alcuni scogli in cui si sbatte, alcune difficoltà che sembrano inizialmente insormontabili, questioni così arcane da farci protendere piuttosto verso una soluzione definitiva per la fame nel mondo, pur di non dover imparare a gestire, ad esempio, una lavatrice. Ma si può attutire l’urto apprendendo le varie fasi di gestione, anche se vi sono cose da fare al più presto possibile, se non si vuole rischiare di subire l’ammutinamento di tutta la nostra nuova casa.
Volta per volta prenderò in considerazione alcuni aspetti, diciamo basilari, per un’immediata sopravvivenza e vi racconterò come li ho affrontati e immagino che, leggendo queste pagine, le signore sghignazzeranno divertite dalla mia “semplicità” mentre i maschietti, spero, apprezzeranno e magari mi manderanno una birra per ringraziarmi di aver loro ammorbidito l’impatto con la vita daneo single.
Cercherò di aiutarvi in modo che possiate imparare ad affrontare le piccole difficoltà quotidiane, che potrebbero pararvisi davanti. Soprattutto se anche voi, così come me allora, non riuscite a distinguere un prodotto per la casa da un altro, magari rischiando di lavare il pavimento con l’ammorbidente e ogni volta che cercate di fare andare la lavatrice vi si allaga tutto il bagno.

Related Post

Related posts

Leave a Comment

quindici + 13 =

*