Che cosa c’è di vero nei superfood?

Che cosa c’è di vero nei superfood?

Un pieno di vitamina C, una botta alla libido, una ricarica di energia: ci sono cibi alla moda che promettono miracoli. Eccone 7, ma con i commenti della scienza.

di ALESSANDRO PILO

I superfood sono prodotti considerati super-ricchi di nutrienti e super-benefici per la salute: è una categoria di alimenti più ricercati che mai, anche se il valore scientifico delle proprietà a loro attribuite è discutibile (o quantomeno non sempre indiscutibile), oltre al fatto al fatto che si definiscono alimenti – e anche questo, per alcuni di questi prodotti, è discutibile.

In qualche caso le vantate qualità speciali non sono supportate da adeguati studi scientifici, in altri casi, anche quando sono loro riconosciute importanti proprietà nutrizionali, queste sono spesso comuni a molti altri prodotti più economici e popolari (o meno modaioli). Per mettere freno a un mercato in apparenza senza regole, fuorviante e spesso frutto di un marketing astuto, nel 2007 l’Unione Europea ha vietato l’uso della parola “superfood” sulle confezioni (a meno che non sia giustificata da ricerche convincenti e autorevoli).

Le etichette sulle confezioni, però, non sono tutto: c’è anche e soprattutto il modo in cui questi prodotti sono stagionalmente proposti al pubblico, dalla tv, al piccolo negozio, ai supermercati. Ecco qualche suggerimento per fare chiarezza in questa giungla e decidere se e che cosa acquistare.

 

alimentazione, superfood, bacche di goji

BACCHE DI GOJI. Lycium barbarum e Lycium chinense appartengono a una parte della tradizione cinese, la stessa che considera la polvere di corno di rinoceronte un rimedio miracoloso. Per tradizione, le bacche di goji rinforzano il sistema immunitario, apportano generici benefici su molti acciacchi e, dulcis in fundo, incrementano la libido (ma su questo, gli effetti sulla libido, non ci sono studi a sostegno – e neppure di confutazione, però).

Comunque sia, è invece vero che le bacche contengono alti livelli di zeaxantina (7,38 mg per 100 grammi di prodotto), un carotenoide che ha comprovati effetti positivi sulla degenerazione del tessuto oculare legata all’età. Da questo punto di vista, però, per restare in tema di alimenti, i veri superdotati sono gli spinaci, che possono vantare carotenoidi per ben 12 mg/100 grammi di prodotto. Quanto al sistema immunitario, i limoni vincono alla grande per la quantità di vitamina C. Infine, il prezzo: 1-2 euro/kg per gli spinaci, 16 euro/kg per le bacche di goji…

 

alimentazione, superfood, semi di chia

SEMI DI CHIA. I semi di Salvia hispanica, pianta floreale originaria del centro-sud America, si dicono “superfood” grazie al contenuto straordinariamente alto di omega-3: 17 grammi su 100 di semi di chia, quasi otto volte più del salmone… Ma gli omega-3 della chia sono diversi da quelli del pesce, e noi li assimiliamo diversamente e meno efficientemente. Per chi segue una dieta vegetariana o vegana, i semi di chia possono comunque essere una fonte importante di omega-3: anche in questo caso, però, c’è chi fa meglio. I semi di lino, per esempio, con 22 grammi ogni 100 di prodotto.

I semi dei Maya sono anche molto calorici: 436 calorie per 100 grammi di semi, quasi l’equivalente di un Big Mac (495 calorie). Il lato positivo è che difficilmente mangerete 100 grammi di semi in una volta.

continua su: Che cosa c’è di vero nei superfood? – Focus.it

Related Post

Related posts

Leave a Comment

due × 2 =

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.