Da dove vengono le zip

Da dove vengono le zip

Perché su quasi tutte ci trovate scritto YKK? Per cosa vennero brevettate? E cosa fu la “battaglia delle patte”?

Vi sarà capitato di leggere sulle cerniere dei vostri pantaloni o delle vostre giacche la sigla YKK. E forse non ci avete mai fatto caso ma la potreste trovare anche sulle zip di zaini, astucci e portafogli, indipendentemente dalla ditta che li produce. YKK (Yoshida Kogyo Kabushikikaisha) è una ditta giapponese che produce cerniere dal 1934, lo stesso periodo in cui le zip vennero impiegate nell’industria della moda prendendo il posto dei bottoni, nonostante fossero state inventate quasi ottant’anni prima. Oggi le zip vengono prodotte in tutto il mondo con una marcata diversificazione geografica: le aziende europee si occupano soprattutto di quelle per i vestiti e gli accessori di lusso, mentre la maggior parte viene realizzata in Asia, con la YKK e la rivale cinese SBS che si spartiscono il mercato.

La storia delle cerniere iniziò nel 1851, quando l’inventore Elias Hume depositò il brevetto di una “chiusura automatica e continua per vestiti”. Hume era già celebre per un’altra invenzione importante, quella della macchina da cucire, ed è forse per questo che non commercializzò anche questa nuova idea. Ci pensò molti anni dopo un altro inventore, Whitcomb Judson, che nel 1893 presentò alla fiera mondiale di Chicago un progetto molto simile a quello di Hume. Il disegno sul brevetto di Judson raffigurava una chiusura per le scarpe, ma nel testo di accompagnamento si prevedeva già un suo utilizzo per altri oggetti come guanti, corsetti, lettere e borse. Essendo il primo ad averlo messo sul mercato, Judson è considerato l’inventore della zip.

Sorgente: Da dove vengono le zip – Il Post

Related Post

Related posts

Leave a Comment

1 × 2 =

*