I frutti esotici da comprare al mercato a novembre

Frutti esotici a novembre? Ecco quali trovi al mercato (e da dove provengono)

Ananas, avocado, banana, mango e papaia sono tra i “tropical fruits” più diffusi anche in inverno, ma vi siete mai chiesti da dove arrivano? Scopritelo in un viaggio intorno al mondo, con tappe anche in Italia

Perché non portare un po’ di colore nelle macedonie di novembre con dei frutti esotici? Mango, papaya, banane, ma anche avocado e ananas sono bellissimi da vedere, buoni da mangiare e con loro è possibile fare un viaggio intorno al mondo. Andiamo alla scoperta dei frutti esotici che si possono trovare questo mese al mercato.

Ananas, il frutto amico delle diete

Frutto tropicale e Sud Americano, l’ananas originariamente cresceva soprattutto nelle foreste di Brasile e Paraguay. Poi arrivò Cristoforo Colombo, scoprì le Americhe e i commercianti iniziarono a diffonderlo tra il Vecchio Continente – dove oggi è apprezzato per le sue virtù depurative – e le Colonie. L’ananas giunse così in Africa, nelle Filippine, nelle Hawaii e molto dopo anche in Australia, lungo le coste del Queensland. Oggi sono la Costa Rica, la Costa d’Avorio, il Ghana, il Camerun e la Nigeria i maggiori produttori, seguiti da Honduras, Messico e Repubblica Dominicana.

Avocado, coltivato anche in Sicilia

Tra i frutti esotici a novembre c’è anche l’avocado, che viene apprezzato anche perché fonte di grassi buoni.

L’origine di questa sorta di bacca a forma di pera è messicana e guatemalteca e veniva considerata afrodisiaca dagli Atzechi. Oggi l’avocado è coltivato nelle zone tropicali di tutto il mondo: Perù, Venezuela, Filippine e Indonesia (che sono tra i maggiori produttori ed esportatori), Florida, Hawaii, California, Sud Africa, ma anche Australia e Nuova Zelanda. Molto interessanti sono anche le coltivazioni di alcuni paesi non propriamente esotici, come Israele (che è tra i principali produttori), Granada e Malaga in Spagna, la Corsica e l’Italia. Soprattutto la Sicilia sta ultimamente dedicando risorse e ottenendo ottimi risultati.

Banane, un must tra i frutti esotici a novembre per gli sportivi

Ecuador, Filippine, Costa Rica, Colombia, Guatemala: sono questi i principali luoghi di provenienza delle banane, tra i frutti esotici più amati dagli sportivi per il contenuto di potassio. L’origine è asiatica: parliamo diNuova Guinea, Malesia, Indonesia, Filippine e Papua Nuova Guinea. La diffusione avvenne tramite gli arabi, che portarono le banane in Palestina e da lì in Africa. Furono poi i coloni portoghesi ad importarle nei Caraibi e nell’America Centrale. Oggi ci sono anche delle piccole coltivazioni di banane in Italia, soprattutto in Calabria e Sicilia, dove il clima è più mite.

Dolcissimo mango, originario dell’India

Succoso e con un delizioso sapore che ricorda l’ananas, l’arancia e la pesca, il mango è tra i frutti esotici più amati. La sua origine è indiana, paese in cui è ritenuto sacro, ma oggi viene coltivato in molte nazioni, non solo tropicali, come Brasile, Costa d’Avorio, Costa Rica, Cina, Filippine, India, Israele, Messico, Nicaragua, Pakistan, Perù, Puerto Rico, Sud Africa Occidentale, Thailandia. Non serve però andare per forza molto lontano, perché anche le produzioni di Sicilia e Calabria si stanno affermando sul mercato.

Papaia, polpa morbida e colore vitaminico

Tra i frutti esotici la papaia non può non mettere di buon umore per via della sua polpa arancio intenso. Inoltre è ricchissima di proprietà di antiossidanti e antinfiammatorie. L’origine di questi frutti esotici è il Centro-Sud America, in particolare cresceva nella foresta amazzonica. Oggi la papaia viene coltivata sopratutto in Brasile e nelle Hawaii, così come in Israele, nei Caraibi in generale, nelle Filippine, India, Africa, Isole Bahamas, California, Australia e Nuova Zelanda.

Sorgente: I frutti esotici da comprare al mercato a novembre- La Cucina Italiana

Related Post

Related posts

Leave a Comment

3 × tre =

*