La leggendaria spada di re Artù è conficcata in una roccia in Toscana?


La leggendaria spada di re Artù è conficcata in una roccia in Toscana?

La leggenda più nota del ciclo bretone narra di una mitologica spada conficcata nella roccia: Excalibur. Come aveva annunciato mago Merlino, soltanto l’uomo in grado di estrarla, sarebbe diventato re d’Inghilterra. Sui banchi di scuola, attraverso libri e film, abbiamo imparato che l’unico in grado di compiere l’impresa fu Artù. Da quel momento, alla sua Tavola Rotonda poterono sedere i cavalieri Galeotto, Tristano, Palamede, Galvano

Per quanto molti accadimenti del ciclo arturiano siano del tutto dettati dalla fantasia degli scrittori che nei secoli ne hanno alimentato il mito, alcuni suoi passaggi sono stati ispirati da fatti o personaggi realmente esistenti tra il V e il VI secolo d.C.

Altri indizi fanno presagire, invece, che alcuni elementi siano stati ispirati da ciò che accadeva nello stesso periodo storico (il XII secolo) in cui la letteratura sul ciclo bretone stava prendendo forma. Come per esempio, ciò che accadeva in Italia, precisamente in Toscana.

Nella località di Montesiepi a Chiusino, in provincia di Siena, tra le colline toscane, si trovano oggi i resti di una abbazia cistercense: l’abbazia di San Galgano. La vera attrazione del luogo, però, è ciò che si trova al centro della cappella nelle vicinanze: una spada conficcata in una roccia.

I dati più interessanti su quella che ormai è nota come “la spada nella roccia di San Galgano” sono principalmente due. Innanzitutto, il fatto di essere stata forgiata all’incirca nel 1170—momento in cui la mole letteraria sul mito del ciclo arturiano continuava a crescere. In secondo luogo, il nome del cavaliere a cui la spada apparteneva: Galgano. Un nome che ricorda molto uno dei cavalieri della Tavola Rotonda. Insomma, due elementi ampiamente presenti nelle leggende tramandate.

Sorgente: Hello! World

Related Post

Related posts

2 thoughts on “La leggendaria spada di re Artù è conficcata in una roccia in Toscana?

  1. L’ho vista; è una spada conficcata nel masso, però è bella da vedere e una scusa in più per visitare la Toscana.

  2. un posto mistico che ho sempre amato anche se a me attraeva più l’Abazia che la spada..ma andai a vedere anche quella..mi pare di aver letto da qualche parte che degli studi americani hanno scoperto che all’interno della roccia, proprio dove poggia la punta della spada ci sia anche un calice… quindi immaginate il mito che nacque dopo questa scoperta..:)

Leave a Comment

diciotto − 4 =

*