La lucertola armadillo è detta anche “Baby Drago”, per la sua spaventosa somiglianza a un draghetto

La lucertola armadillo è detta anche “Baby Drago”, per la sua spaventosa somiglianza a un draghetto

La lucertola armadillo (il cui nome più scientifico è cordilo catafratto) è una lucertola sauro endemica dei deserti del Sud Africa.
Si tratta di un animale sociale, e vive in gruppi che possono arrivare a 60 membri.
Era considerata un animale domestico fino a poco tempo fa, ma visto che adesso si tratta di una specie a rischio, il suo commercio è illegale.
Viene anche chiamata Baby Drago, visto che somiglia incredibilmente a un draghetto.

Sorgente: La lucertola armadillo è detta anche “Baby Drago”, per la sua spaventosa somiglianza a un draghetto

Cordylus cataphractus

In Breve…

Appartenente alla famiglia dei Cordilidi e alla sottofamiglia dei Cordilini, il genere Cordylus è attualmente conosciuto con 20 specie originarie del continente africano tra cui 17 endemiche del Sudafrica.

La loro zona d’origine si estende dall’estremità sud-est di Capo di Buona Speranza, dal nord al centro Africa fino all’Etiopia.

La tassonomia di alcune delle specie è ancora in fase di studio e la nomenclatura quindi sarà soggetta a cambiamenti. La distruzione dell’habitat, associata ad un commercio purtroppo esagerato, ha posto queste specie in pericolo d’estinzione; tutti i membri del genere, infatti, sono attualmente classificati in Appendice II del regolamento CITES che ha la funzione di tutelare l’esportazione e l’importazione d’animali protetti dagli stati membri della convenzione di Washington.

Sfortunatamente ciò non è sufficiente a salvaguardare gli animali che in ogni caso rimangono in balia del commercio illegale.

Caratteristiche fisiche 

Tutte le specie del genere Cordylus, non differiscono particolarmente in forma o in conformazione, il fattore che maggiormente gli distingue è la dimensione.

Alcune specie vantano un corpo più spinoso di altre; le scaglie, normalmente rovesciate, sono sovrapposte e collocate in file regolari o concentriche da cui deriva il nome comune della specie di “lucertola dalla coda circolare”.

La coda, abbondantemente ricoperta di dure spine, è solitamente “lasciata cadere” involontariamente quando l’animale è in difficoltà; la coda si può rigenerare ma è difficile che possa raggiungere la lunghezza originale.

Riproduzione

Tutti i membri del genere sono vivipari; il numero di piccoli per femmina varia da uno a sei e le nascite avvengono comunemente in estate. I nascituri hanno spine morbide che solo più avanti con la crescita si rinforzeranno e diventeranno più consistenti.

Comportamento 

Animale molto attento e schivo, risulta difficile da avvicinare; molto prudente in tutti  i suoi spostamenti, utilizza il particolare ambiente roccioso di cui è originario, per nascondersi e rifugiarsi.

continua su: www.sulisuli.com/rettili/cordilo.htm

Related Post

Related posts

Leave a Comment

cinque × 3 =

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.