Turismo spaziale: Virgin Galactic sceglie l’Italia

Turismo spaziale: Virgin Galactic sceglie l’Italia

Virgin Galactic e Altec hanno formato un accordo per la realizzazione di uno spazioporto da utilizzare come base operativa per i voli suborbitali.

di 

Virgin Galactic e Altec, società partecipata da ASI e Thales Alenia Space, hanno sottoscritto un protocollo di intesa per la sperimentazione di voli suborbitali in Italia. Entro i prossimi tre anni, l’azienda del magnate Richard Branson sceglierà l’aeroporto militare più adatto al decollo del velivolo WhiteKnightTwo che trasporterà nella zona alta dell’atmosfera la navetta SpaceShipTwo. Lo spazioporto italiano verrà utilizzato per l’addestramento dei piloti e per il turismo spaziale.

Lo SpaceShipTwo è una navetta per il volo suborbitale con motore a razzo ibrido che utilizza una gomma sintetica come combustibile solido e protossido di azoto come ossidante. Può ospitare fino a otto persone (due piloti e sei passeggeri) e può raggiungere i 110 Km di altezza, 10 Km oltre la linea di Karman che segna il confine tra l’atmosfera terrestre e lo spazio esterno. Lo spazioplano viene trasportato dal velivolo-madre WhiteKnightTwo fino a circa 15.000 metri di altitudine. A questo punto la navetta si stacca e il motore a razzo la porta fino alla quota programmata in circa 70 secondi. Lo spazioplano rientra quindi in volo planato verso lo spazioporto.

continua su: Turismo spaziale: Virgin Galactic sceglie l’Italia | Webnews

Related Post

Related posts

Leave a Comment

5 × uno =

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.