Una settimana di…

Una settimana di…

a cura di Paolo Fiorino

Pi-Day


Per la serie “Anche le costanti matematiche hanno diritto a una festa”,  il 14 marzo, 3/14 nel formato data utilizzato negli Stati Uniti, si è celebrato il Pi-Day.

La costante più famosa del mondo era già in uso oltre 4000 anni fa, i Babilonesi ne sapevano qualcosa, ma solo nel 1988, per iniziativa del fisico statunitense Larry Shaw, è stata istituita la celebrazione a base di girotondi e dolci decorati con il simbolo del pigreco.

 

 

Spettacolarizzazione a tutti i costi? È universalmente noto che gli americani ne sono maestri indiscussi, speriamo solo che questa festa serva a far aumentare l’interesse nei confronti della matematica e non solo del cake design.

Terry Pratchett

-ALLA FINE, SIR TERRY, POSSIAMO FARE DUE PASSI INSIEME.
Con questo tweet è stata annunciata la scomparsa di Terry Pratchett a causa del morbo di Alzheimer che lo aveva colpito sei anni fa e sul quale riusciva nonostante tutto a scherzare.

 

 

Terry Pratchett, maestro del fantasy  umoristico, ha scritto più di settanta libri, famosi in tutto il mondo per la loro comicità raffinata, tra i quali la celebre saga di Disc World, e ha totalizzato quasi settanta milioni di copie vendute.
In quasi tutte le foto, che lo ritraggono, indossava un caratteristico cappello da cowboy e alle convention è stato spesso ritratto con una maglietta che recitava: “Tolkien è morto, la Rowling ha detto di no, Philip Pullman non ce l’ha fatta. Salve, sono Terry Pratchett”.
– NON VEDERLO COME MORIRE – disse la Morte, – VEDILO COME ANDARSENE PRIMA PER EVITARE LA RESSA.
La frase, che in realtà è del suo amico Neil Gaiman, appare quantomeno adeguata alla personalità di Terry.

Blade Runner 2

La casa di produzione Alcon Entertainment, ha annunciato ufficialmente il seguito di Blade Runner.

 

 

Può esistere Blade Runner senza Deckard? E può esistere Deckard senza Harrison Ford? Sono domande a cui non è facile dare una risposta, ma pare che l’attore riprenderà il ruolo del celebre cacciatore di replicanti, per quanto ormai più che del protagonista sembrerebbe più adatto al ruolo del nonno del nostro.
Buona notizia? Beh… l’eredità da raccogliere è pesante ma forse l’aver fatto passare così tanti anni dal primo capitolo è stata una strategia vincente, perché le generazioni più giovani difficilmente avranno visto l’originale.
Speriamo solo che il secondo capitolo non si riveli una delusione “che voi umani non potreste immaginarvi”.

Independence day 2

E parlando di sequel ritardatari poteva mancare Independence Day 2?
Di un secondo capitolo del colossal di Roland Emmerich del 1996 si parla da anni, ma adesso pare che il progetto sia più vicino a concretizzarsi.
Will Smith ha ufficializzato la sua rinuncia al progetto mentre il personaggio di David Levinson, l’informatico ecologista e, per nostra fortuna, untore di sistemi informatici alieni, verosimilmente sarà ancora appannaggio di Jeff Goldblum.

 

 

Cosa inventeranno questa volta i nostri eroici statunitensi per salvare il mondo dalla minaccia aliena? Si vedrà, nel frattempo sono trapelate alcune indiscrezioni: si vocifera che gli acerrimi nemici intergalattici dell’umanità abbiano siglato un accordo segreto con Symantec che, in cambio della protezione delle navi madre da virus informatici per tutta la durata dell’invasione, otterrà l’esclusiva per la fornitura di antivirus in tutta la via Lattea.

Cartoomics

Tre giorni di fantascienza, anime, manga, cosplay, giochi nei padiglioni di Fiera Milano a Rho. Una vera delizia per gli occhi degli appassionati che ha messo in mostra tutto il meglio della produzione fumettistica (ma non solo!).
Molti gli illustratori e gli autori di fantascienza e fantasy che hanno partecipato, tra gli altri Dario Tonani, Silvio Sosio e Licia Troisi.
Nel paradiso dei cosplayers, moda dilagante anche nel nostro paese, sono stati avvistati praticamente tutti i personaggi più famosi, da Thor a Iron Man passando per Goku, Capitan Harlock e in definitiva chiunque altro vi possa venire in mente nel campo del manga.
Il tutto sorvegliato da una riproduzione del Daitarn 3 alta più di 6 metri e affollato di soldati dell’Umbrella Corporation.

 

Sono stati tre giorni di dominio N.E.R.D. cioè: Nuovo Eroe Ribelle.

E la D?
La D è muta! (cit.)

Nuovi territori

Una nuova isola è sorta dal pacifico, nell’arcipelago di Tonga, a causa di un’eruzione vulcanica sottomarina. Non è un territorio sconfinato, si tratta di una lingua di lava solidificata lunga poco più di un chilometro e larga 800 metri, pare dotata di un delizioso laghetto sulfureo.
Le prime foto della nuova isola sono state scattate da un italiano, che ha commentato: – Sarebbe fantastico per i turisti scalare la cima, è veramente un’esperienza unica. E non è tanto distante dalla capitale.
A giudicare  dalle foto che circolano in rete non pare una meta troppo affascinante, anche se nell’era di Google Earth vedere un nuovo territorio sorgere dall’oceano è una cosa assolutamente eccezionale.

 

 

Vale la pena di provarci? Come diceva un saggio: “Se non trovi niente nel viaggio, troverai qualcosa nel ritorno”.

 

Related Post

Related posts

Leave a Comment

tre × 1 =

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.