In aereo la realtà virtuale è il futuro dell’intrattenimento

In aereo la realtà virtuale è il futuro dell’intrattenimento

Agli albori dei voli commerciali le persone si vestivano di tutto punto prima di salire in aereo, meravigliandosi del fatto di poter volare, nonostante appartenessero a una specie che sembrava destinata a vivere sulla terraferma. Oggi la pensiamo in modo opposto: facciamo tutto il possibile per fingere che non stiamo affatto volando. Leggi

Agli albori dei voli commerciali le persone si vestivano eleganti prima di salire in aereo, meravigliandosi del fatto che, nonostante appartenessero a una specie che fino a quel momento sembrava destinata a vivere sulla terraferma, potessero volare. Oggi la pensiamo in modo opposto: facciamo tutto il possibile per fingere che non stiamo affatto volando.

Questo atteggiamento ha appena fatto un ulteriore passo avanti. Una startup francese chiamata SkyLights ha prodotto dei caschi 3d per la realtà virtuale (vr), che sono dotati di cuffie isolanti e fanno sprofondare i viaggiatori in un mondo cinematografico isolato dall’ambiente dell’aereo.

Un piccolo cinema virtuale
A metà di dicembre la Xl Airways, una low cost francese, è diventata la prima compagnia a fornire SkyLights ai viaggiatori. Per circa 15 euro, i passeggeri possono immergersi nelle nuove uscite di Hollywood nella loro sala cinematografica individuale.

Per i viaggiatori che vogliono evitare i molti fastidi del volo – i bambini che urlano nella fila vicina, le conversazioni a voce alta da una parte all’altra del corridoio, la selezioni di film che sembrano includere solo dei sequel di bassa qualità – SkyLights e le tecnologie simili potrebbero essere i benvenuti. Eppure c’è qualcosa di triste, di rassegnato nel chiudersi in una stanza d’isolamento mentre si sfreccia a cinquecento miglia all’ora con una vista da 35mila piedi sul pianeta

Sorgente: In aereo la realtà virtuale è il futuro dell’intrattenimento – Internazionale

Related Post

Related posts

Leave a Comment

sedici + quattordici =

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.